Giardino Tuileries

I bellissimi giardini delle Tuileries, progettati per Caterina de' Medici, sono una delle aree verdi più incantevoli di Parigi. Un posto ideale dove trascorrere momenti di relax e portare i bambini a giocare.

Aree verdi di Parigi: Giardini delle Tuileries

Parigi è una città ricca di aree verdi: una delle più famose è rappresentata dai centralissimi giardini delle Tuileries (in francese Jardin de le Tuileries). Visitare il famoso giardino, voluto da Caterina de' Medici, permette ai visitatori di fare un vero e proprio tuffo in un quadro impressionista. Avrai la sensazione di passeggiare dentro un quadro di Monet e di respirare l'atmosfera delle passeggiate mondane della nobiltà. 

Come arrivare

Visitare i giardini delle Tuileries è molto semplice, poiché si trovano a metà strada tra due delle principali attrazioni delle città: il Museo del Louvre e la Piazza della Concorde. Per arrivare a piedi dal museo del Louvre, sarà sufficiente procedere in direzione nord-est. Mentre sfruttando come mezzo di trasporto la metropolitana (linee 1, 2 e 8), scendete alla fermata Concorde. Oppure se siete amanti della bicicletta, scegliete le stazioni velib di rue Cambon, 2 o rue de Lille, 112.

Orari e tariffe

L'ingresso ai giardini è totalmente gratuito, risulta a pagamento esclusivamente la visita al Museo dell'Orangerie al suo interno. Per ulteriori dettagli sul museo impressionista più famoso di Parigi, leggi il nostro articolo Museo dell'Orangerie. Gli orari di apertura dei giardini delle Tuileries, variano in funzione del periodo dell'anno: aprile-maggio, dalle ore 7:00 alle 21:00; giugno-agosto, dalle ore 7:00 alle 23:00 e settembre-marzo, dalle ore 7:30 alle 19:30.

La storia dei giardini

Il giardino delle Tuileries, fu commissionato da Caterina de' Medici, poiché dopo la morte del Re Enrico II, la regina aveva il desiderio di lasciare, con suo figlio Francesco II, gli alloggi reali del Louvre. La nuova residenza, prese il nome di tuileries, poiché realizzata in un luogo dove prima si trovavano fabbriche di tegole (in francese tuiles ). L'area fu riprogettata, nel 1664, da André de la N(o)tre, il famoso giardiniere del Re Luigi XIV, come luogo di passeggio mondano secondo il gusto italiano della metà del '500. Questi erano i desideri della Regina, che sperava di rivivere l'atmosfera della sua amata Firenze. Successivamente, il giardino delle Tuileries, divenne il primo giardino alla francese. Ovvero, espressione del neoclassicismo barocco nell'arte del giardinaggio. Sotto il regno di Napoleone III, si arricchì di un boschetto di ippocastani e tigli secondo la moda dell'epoca, che prediligeva i giardini all'inglese. La sua estensione, da Piazza della Concorde a Piazza del Carrousel (Louvre), è di oltre 25 ettari ed accoglie (dopo la demolizione del palazzo reale di Caterina de' Medici) la bellissima prospettiva che corre dal Louvre fino agli Champs Elysées.

Visitare i giardini delle Tuileries

Visitare i giardini delle Tuileries, permette al visitatore un viaggio in un luogo di storia, cultura e arte estremamente bello. Sembrerà a tratti di passeggiare all'interno di un quadro impressionista, a tratti in un museo a cielo aperto, dove le giostre e la ruota panoramica, si alternano a veri capolavori scultorei. Diverse aree sono ulteriormente impreziosite da aiuole fiorite e da bacini rotondi (arrivando dal giardino del Carrousel), queste sono le aeree che più rispecchiano la fase iniziale del giardino. L'asse centrale, caratterizzato dalla presenza dei maestosi ippocastani, termina davanti all'imponente bacino ottagonale, questa area rappresenta la fase di Napoleone III. Arrivati vicino alla Piazza della Concorde, visiterete le statue della Senna e della Marna di Coustou, la Loira e la Loiret di Van Cléve e la Fama e Mercurio di Antoine Coysevox. Sempre verso la piazza, sull'alta terrazza, potrete recarvi al Museo dell'Orangerie, un tempo concepito come serra degli agrumi.

contentmap_plugin
© 2019 Tourleader.net All Rights Reserved.