Il Museo dell'Orangerie

L'Orangerie e le Ninfee di Monet


orangerie museum

Se siete degli appassionati delle opere del celebre Claude Monet, non potete perdere una visita al Museo de l'Orangerie. Situato nell'edificio che ospitava l'aranceto (da cui deriva il nome orangerie in francese) dei giardini delle Tuileries. Nonostante le numerose opere al suo interno, si può visitare in un paio di ore e renderà senza alcun dubbio speciale la tua visita a Parigi.

Come arrivare

Il museo dell'Orangerie è situato all'interno dei Giardini delle Tuileries, in Place de la Concorde (lato Senna). Facilmente raggiungibile a piedi dagli Champs Elysées o dal Museo del Louvre, poiché si trova proprio al centro di essi. Per arrivare tramite metropolitana, scegli tra le linee: 1, 2 e 8 e scendi alla fermata Concorde. Oppure se sei un'amante della bicicletta, scegli le stazioni velib di rue Cambon, 2 o rue de Lille, 112.

Orari e tariffe

Il museo, resta aperto tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 18:00, con la sola esclusione del martedì e dei festivi in cui la struttura resterà chiusa. In ogni caso, bisogna tenere conto che il museo chiude alle ore 18:00, ma inizia l'operazione di chiusura sale alle ore 17:45 e l'ultimo ingresso che permettono al pubblico è alle ore 17:15. Il costo del biglietto adulti è di 9 euro, mentre i ragazzi di età inferiore ai 26 anni entrano gratis. Il museo per una volta al mese, che coincide con la prima domenica del mese, effettua l'ingresso gratuito a tutti i suoi visitatori. Se intendete visitare sia il Museo dell'Orangerie che il Museo d'Orsay, potete effettuare l'acquisto combinato e risparmiare sul prezzo. In tal caso il biglietto adulti cumulativo, costerà 16 euro.

Le collezioni del Museo dell'Orangerie

Il museo dell'Orangerie è un vero e proprio tempio di Claude Monet, basti pensare che non solo espone una delle sue serie più prestigiose, ma le opere sono state persino posizionate personalmente dall'artista. Monet, donò a questo museo la sua collezione "Le Ninfee" e scelse lui stesso il palazzo, sotto consiglio del politico Georges Clemenceau. Si tratta di un luogo davvero magico in cui le opere sembrano prendere vita, donando ai suoi visitatori la sensazione di passeggiare in un giardino. Tale giardino, ricorda moltissimo il giardino Giverncy, ideato dallo stesso artista. Al momento dell'inaugurazione, nel 1927, era presente solo il primo piano dell'edificio e avevano sede solo ed esclusivamente le opere di Monet. Successivamente, nel 1977, il secondo piano viene dedicato alle opere del collezionista Paul Guillaume. La sua prestigiosa collezione, comprende sculture, maschere africane e 100 pitture, che spaziano dall'impressionismo fino al 1930. Annovera opere degli artisti più famosi, tra cui: Renoir, Cézanne, Rousseau, Picasso, Matisse e molti altri. Ogni sala, prende il nome dell'artista ed è interamente dedicata ad esso.

Le opere imperdibili

Il museo, contiene una vasta selezione di opere ed è visionabile in un paio di ore. Ma se il visitatore ha poco tempo e lo vuole dedicare alla visita di più musei e monumenti, allora, vi consigliamo di non perdere assolutamente: tutta la collezione delle Ninfee di Monet, che compre 8 grandi pannelli considerati tra le opere più emblematiche dell'impressionismo; "Tacchino e Pomodori" di Soutine; "Strofinaccio e bricco per il latte" di Cézanne; la serie di Odalische (1924-25) di Matisse e "Le Bagnanti" di Picasso. I quadri appena citati, sono un punto di riferimento fondamentale nella pittura classica contemporanea.

contentmap_plugin

 
© 2019 Tourleader.net All Rights Reserved

Search