Castello Sforzesco

Se avete in programma una visita a Milano, il Castello Sforzesco rientra fra i monumenti che non potete assolutamente perdere. Situato nel centro storico, a pochi passi da Piazza del Duomo, è uno dei monumenti più cari ai milanesi.

Potete visitare i musei al suo interno, o semplicemente fare una passeggiata nei giardini esterni, ma sicuramente rimarrete incantati dal suo fascino e dall’atmosfera medievale che lo circonda. Leggete il nostro articolo per avere tutte le informazioni necessarie per pianificare la vostra visita al Castello Sforzesco!

Storia del Castello

Costruito dalla famiglia Visconti nel XIII secolo a scopo difensivo, il Castello Sforzesco fu ristrutturato e rimodernato duecento anni più tardi per volere di un’altra grande famiglia milanese, gli Sforza, che la trasformarono in dimora permanente.
Con l’ascesa al potere di Ludovico il Moro, altro personaggio fondamentale nella storia di Milano, il castello divenne una delle corti più sfarzose d’Europa e qui vi lavorarono artisti come Leonardo Da Vinci e Bramante. Facile obiettivo durante le guerre risorgimentali, la struttura passò sotto il dominio spagnolo e asburgico e fu più volte distrutta e ricostruita, fino ad arrivare all’attuale conformazione subito dopo la seconda guerra mondiale.

Interni del Castello

All’interno del museo sono aperti una ventina di spazi espositivi, qui di seguito ve ne consigliamo alcuni particolarmente interessanti:

  • Museo degli strumenti musicali: nato negli anni ’60, raccoglie al suo interno più di 700 esemplari di strumenti musicali soprattutto europei e una collezione di liuti tradizionali milanesi;
  • Biblioteca d’Arte: costruita a fine Ottocento a titolo consultativo sulla storia dell’arte e le arti applicate, conta al suo interno più di centomila volumi sul tema;
  • Museo Archeologico – sezione egizia: diviso in sette sezioni, il museo pone particolare attenzione alle usanze funerarie dell’antico Egitto;
  • Museo Archeologico - sezione preistoria: con il supporto di numerosi strumenti multimediali, questa sezione approfondisce l’evoluzione del territorio dalla preistoria all’avvento dell’impero romano;
  • Pinacoteca: nata anche grazie a donazioni di cittadini illustri, al suo interno la Pinacoteca raccoglie opere di Mantegna, Canaletto, Tiepolo e Antonello da Messina;
  • Museo dei mobili e delle sculture lignee: in queste sale è possibile percorrere la storia del mobile suddivisa in aree tematiche;
  • Museo d’Arte antica: raccoglie al suo interno soprattutto sculture e monumenti celebrativi provenienti da edifici medievali milanesi.

Da non perdere inoltre sale interne del castello con affreschi autentici di Leonardo da Vinci o la scultura di Michelangelo “Pietà Rondanini”, ultima opera mai conclusa dall’autore.

Esterni del Castello

Il simbolo del Castello, particolarmente apprezzato dai cittadini milanesi e facilmente riconoscibile, è la torre Filarete, che deve il suo nome al soprannome dell’architetto che la progettò. Intorno alla torre si trova un’imponente cinta muraria a pianta quadrata, che aveva scopo difensivo e di fortificazione, delimitata ai quattro angoli da quattro torri più piccole.
Il quadrilatero del castello comprende tre corti distinte, visitabili con una piacevole passeggiata  e collegate tra loro da fossati e ponti. Vi consigliamo di prevedere qualche ora per la visita completa sia degli esterni che degli interni della struttura, per lasciarvi avvolgere fino in fondo dalle sue atmosfere e visitare con calma i cortili storici che completano la composizione del castello. Durante i weekend è inoltre possibile visitare anche i suoi sotterranei, solo con visite guidate e per adulti o bambini sopra i dieci anni.

Piazza Castello e Parco Sempione

Visitare il Castello Sforzesco vuol dire immancabilmente ammirare Piazza Castello: posta proprio davanti alla torre Filarete, al termine della centralissima via Dante, al suo centro trova una caratteristica fontana, chiamata dai milanesi “torta da sposa” proprio per la sua forma caratteristica simile ad una torta nuziale. Sedendovi sul suo bordo, potete scattarvi una foto suggestiva con il castello sullo sfondo oppure riposarvi dopo aver affrontato la visita agli interni del castello.
Altro luogo dove potete prendere un po’ di fresco nelle giornate estive dopo la vostra visita o semplicemente passare del tempo rilassandovi, è Parco Sempione. E’ considerato il polmone verde del centro cittadino e circonda completamente il castello. Al suo interno si possono trovare altri monumenti come il Palazzo della Triennale, l’Acquario Civico, l’Arena Civica e l’Arco della Pace ed è sede di numerose manifestazioni soprattutto sportive e dei tradizionali mercatini natalizi degli Obej-Obej. Per avere altre informazioni su questa attrazione vi consigliamo di visitare la nostra pagina Parco Sempione.

Curiosità sul Castello

Vi lasciamo una serie di curiosità sul Castello:

  • Nel Cinquecento un fulmine fu forse la causa dell’esplosione di un’intera area del castello e della Torre, mentre altre leggende narrano che furono distrutte a causa di un errore accidentale di un soldato alle prese con la polvere da sparo;
  • Durante l’Ottocento fu pensato addirittura di demolire il Castello, ma l’architetto Beltrami sostenuto dalla cittadinanza riuscì a salvarlo e a far approvare un progetto di ristrutturazione;
  • La fontana esterna su piazza Castello è stata ricostruita negli anni Novanta sulla base di un disegno di una fontana precedente, distrutta per costruire la linea metropolitana;
  • Soprattutto di sera, se il tempo lo consente, è possibile vedere dal Castello la Madonnina del Duomo brillare.

Informazioni utili per visitare il Castello

Il Castello Sforzesco è raggiungibile con la metropolitana linea M1 fermata Cairoli o Cadorna, e linea M2 fermata Cadorna o Lanza. Vicino al castello sono presente anche alcune fermate autobus e tram (linee 1, 2, 4, 12, 14, 27, 50, 57, 58, 61, 94), mentre vi sconsigliamo di raggiungere il castello in automobile, poiché si trova all’interno di una zona a traffico limitato e con difficoltà di parcheggio.
Gli orari di apertura del castello sono dalle 7 alle 19.30 dal lunedì alla domenica, mentre i musei interni sono chiusi il lunedì e presentano un orario ridotto (9-17.30 con ultimo ingresso alle 17.00).
Sono disponibili per i musei interni diverse tipologie di biglietto (intero, ridotto e prima domenica del mese), che hanno validità giornaliera e consentono l’ingresso a tutti i musei e alle mostre in programma. L’ingresso alla zona esterna del castello è libero, mentre l’ingresso ai musei è libero solo il primo e terzo martedì del mese dalle ore 14. All’interno dei musei ci sono delle aree dedicate alla visita del Castello con i bambini, con percorsi tematici e laboratori didattici.

© 2019 Tourleader.net All Rights Reserved.